idrochinesiterapia

L’idrochinesiterapia (o idrokinesiterapia) oggi è considerata fondamentale in fisioterapia e nella riabilitazione motoria. Grazie alla spinta antigravitazionale esercitata dall’acqua, che favorisce il galleggiamento, ed alla pressione idrostatica, che trasmette un senso di protezione, la riabilitazione in acqua consente di effettuare esercizi e movimenti più precocemente e in totale sicurezza, riducendo notevolmente i tempi di recupero sia per tutte le patologie di colonna, come cervicalgia, lombalgia, ernia o protrusione, sia per tutte le problematiche articolari e muscolari di spalla, ginocchio, anca e caviglia.

L’idrokinesiterapia ha quindi molti effetti benefici nel recupero della mobilità articolare, nella riduzione del dolore, nel recupero della forza e dell’equilibrio, nella rieducazione alla deambulazione, nella riduzione di contratture e stati di tensione muscolare.

L’idroterapia è particolarmente indicata per chi ha subito un intervento, per gli anziani che devono recuperare l’equilibrio e la capacità di camminare, per chi ha problemi alla schiena, per chi non può caricare completamente sulle gambe per via di una frattura o una brutta distorsione, per chi ha rigidità e tensioni muscolari

Nella riabilitazione in acqua, gli esercizi riabilitativi seguono protocolli personalizzati che variano da persona a persona in funzione della specifica problematica e delle condizioni generali, sempre interagendo con il fisioterapista che segue il percorso di riabilitazione in palestra. Si modificano quindi l’intensità e la durata del lavoro in acqua, nonché l’utilizzo dei galleggianti e dei pesi che vengono usati per l’idroterapia, in funzione degli obbiettivi da raggiungere in quella specifica seduta.

Con la riabilitazione in acqua si possono svolgere anche attività ricreative con importanti effetti non solo sulla mobilità, la propriocezione e il rinforzo muscolare, ma anche a livello psicologico.